Electronic Arts completa l’acquisizione di Codemasters

Nasce una nuova realtà

Notizia di Lorenzo Arduino

Attraverso un nuovo comunicato stampa, Electronic Arts annuncia il completamento dell’acquisizione di Codemasters.

Due dei più grandi nomi dietro ai titoli di corsa odierni – Need for Speed e Real Racing da una parte, Formula 1, GRID, DIRT Rally e Project Cars dall’altra – uniscono le forze per creare un progetto innovativo. Grazie alle risorse di EA, i franchise di Codemasters avranno maggiori possibilità di crescita, e i team di sviluppo saranno in grado di dare ampio respiro alla continuazione delle serie sopracitate.

Le azioni Codemasters sono state acquistate al prezzo di 8,37 $ l’una, per un totale di circa 1,2 miliardi. Entrambe le società si dicono entusiaste e guardano al futuro con rinnovata energia, garantendo nuovi contenuti e titoli a cadenza regolare. La manovra andrà ovviamente a influenzare anche i brand di EA Sports, tramite meccaniche innovative che mirano a raggiungere un pubblico mondiale ancora più ampio.

Andrew Wilson, CEO di Electronic Arts, comunica l’arrivo di una “nuova entusiasmante era per i videogiochi di corse. Il fandom continua a crescere in tutto il mondo e questo accordo ci consentirà di creare nuove esperienze innovative, portando ancor più giocatori nel mondo delle auto e del motorsport. I nostri team saranno una potenza globale e produrranno titoli fantastici su ogni piattaforma: non vediamo l’ora di iniziare.” Parole simili arrivano da Frank Sagnier, CEO di Codemasters: “Quella di oggi è una data epocale nella storia di Codemasters, e una giornata entusiasmante per i nostri dipendenti e giocatori. La partnership con EA consentirà ai team di portare i nostri acclamati franchise su nuovi livelli e di raggiungere un vasto pubblico globale. Insieme possiamo ridefinire il panorama dei videogiochi di corse, creando esperienze ancor più avvincenti per gli appassionati di tutto il mondo”.

Per l’azienda britannica, godere dei 430 milioni di giocatori affezionati alle serie EA e ai suoi servizi di abbonamento rappresenta sicuramente un punto di svolta. La collaborazione tra le due realtà trasformerà anche le conoscenze a disposizione di entrambi, attraverso una stretta comunicazione tra i vari settori, mirata a un incremento delle prestazioni. L’obiettivo rimane quello di attrarre un’audience il più variegata possibile, dalle console, fino al PC e al mercato mobile.

Electronic Arts dal canto suo continua la sua politica d’espansione, provvedendo a garantire servizi sempre più curati e di conseguenza aumentando la propria redditività.

Non rimangono che da attendere ulteriori informazioni sui prossimi progetti in cantiere, sperando che la fusione porti a noi giocatori prodotti di qualità sempre più elevata.

Lascia un commento