Hermen Hulst di Guerrilla Games prende il posto di Shuhei Yoshida come capo dei Worldwide Studios

Shuhei Yoshida lascia la sua posizione e ora guiderà un'iniziativa incentrata su "sviluppatori esterni che stanno creando esperienze nuove e inaspettate".

Notizia di Riccardo Amalfitano

Importanti cambiamenti continuano a verificarsi in casa Sony. Infatti, oggi abbiamo appreso che Shuhei Yoshida non sta solo abbandonando il suo ruolo di Presidente dei Worldwide Studios per guidare una nuova iniziativa indipendente su esperienze inedite e inaspettate, ma che Hermen Hulst di Guerrilla Games prenderà il suo posto come capo dei Worldwide Studios.

Se non conoscete Hermen Hulst, ha co-fondato ed è stato amministratore delegato di Guerilla Games, uno sviluppatore olandese che si è fatto un nome nei primi anni 2000 con la serie Killzone. Mentre la serie di sparatutto non ha più visto un nuovo gioco da Killzone: Shadow Fall del 2013, Guerilla Games ha continuato ad offrire esperienze uniche, fra cui è doveroso ricordare Horizon: Zero Dawn del 2017. I recenti annunci di lavoro suggeriscono persino che un sequel del gioco è in sviluppo. Anche se molti utenti PlayStation potrebbero non avere immediatamente familiarità con Hermen Hulst in questo momento, è sicuramente la persona giusta per prendere il posto di Yoshida.

Jim Ryan, CEO e Presidente di PlayStation, ha detto grandi cose su Hermen Hulst e la sua promozione. “Hermen è un europeo che prenderà uno dei principali uffici di PlayStation. Penso che tutti in Europa dovrebbero essere elettrizzati, felici e orgogliosi di ciò che sta accadendo. Hermen è uno dei leader più efficaci e rispettati nel settore dei videogiochi. È un appassionato sostenitore delle squadre che guida e capisce come potenziare i talenti creativi per costruire grandi esperienze. Non ho dubbi che Hermen possa guidare i nostri team a offrire esperienze avvincenti e diversificate a cadenza costante.”

Tornando indietro a Shuhei Yoshida, il suo nuovo ruolo è parte di un’iniziativa per rinnovare l’attenzione rivolta agli sviluppatori indipendenti su PlayStation. Jim Ryan ha spiegato dicendo: “Tutti sanno quanto Shu sia appassionato dei giochi indipendenti: sono la linfa vitale del settore, rendendo il nostro portfolio di contenuti così speciale per i nostri giocatori. Queste esperienze selvaggiamente creative meritano attenzione e un campione come Shu alla guida, assicurerà che l’intera organizzazione SIE lavori insieme per interagire meglio con gli sviluppatori indipendenti attraverso una cultura di supporto e celebrazione dei loro contributi alle piattaforme PlayStation.”

Sarà sicuramente interessante vedere come questi cambiamenti andranno ad intaccare la strategia futura del colosso nipponico.

Ci sono 1 commenti

COLDSEASONS

Sorprendente ma è una mossa che mi piace. Hulst è uno del giro, che ne sa a pacchi ed è appassionato come pochi. Inoltre essendo olandese può capire meglio le dinamiche su territorio europeo. Approvo la scelta, avanti così!

Lascia un commento