PlayStation 5, le scorte resteranno basse ancora per molto

Un report di AMD conferma problemi di riapprovvigionamento fino alla seconda metà dell'anno

Notizia di Jury Livorati

Il mondo sta conoscendo problemi di dimensioni enormi e inimmaginabili, ma parte dell’agognato ritorno alla normalità consiste nel curarsi dei piccoli drammi quotidiani. Uno dei quali è l’impossibilità di acquistare PlayStation 5 che affligge milioni di speranzosi videogiocatori. Con un lancio da record che ha piazzato il maggior numero di console della sua storia, Sony non è comunque riuscita a soddisfare tutta la domanda per la sua nuova creatura. Non solo, ma ci si è messo anche il coronavirus a impedire che i prodotti arrivino nei negozi fisici e a favorire il malaffare dei bagarini internazionali.

Il problema non sembra destinato a risolversi a breve. In una recente uscita pubblica, infatti, AMD ha spento le speranze di un riapprovvigionamento in tempi brevi. La compagnia, che come è noto produce componenti per PlayStation 5, ha dichiarato che la penuria di console continuerà almeno fino alla seconda metà del 2021. A dichiararlo è stata la CEO Lisa Su nel corso dell’ultimo briefing finanziario della compagnia. Nonostante un anno da record per la produzione di parti per PC e console di nuova generazione, infatti, AMD non riesce a soddisfare tutte le richieste, rallentando di fatto anche la produzione di PlayStation 5.

La previsione sulla seconda metà dell’anno è quella di poter aumentare i ritmi e quindi di soddisfare molte più richieste, con effetto a cascata anche su noi comuni mortali in attesa di buttarci sul Miles Morales, sul Demon’s Souls o sul Returnal di turno. Vedremo se le promesse saranno mantenute e se questo “Day one” spalmato su diversi mesi permetterà a tutti coloro che lo desiderano di passare alla next-gen. Nel frattempo possiamo cominciare a pensare a un’eventuale colorazione alternativa per la scocca della nostra PlayStation 5, oppure stilare la lista dei giochi che non vogliamo assolutamente lasciarci scappare.

Lascia un commento