Sky Force Anniversary – Vivi. Muori. Ripeti.

Recensione di Luca Mazzocco

Una delle caratteristiche più interessanti di Nintendo Switch, come vi sarete già accorti da tempo, è la sua natura ibrida, capace di valorizzare dei prodotti che, se limitati all’utilizzo “domestico”, potrebbero non venire apprezzati allo stesso modo. Ne è l’esempio perfetto Sky Force Anniversary, ultima incarnazione del celebre shoot ‘em up a scorrimento verticale, che decide di abbandonare il mercato mobile nel tentativo di conquistare il pubblico legato alle console e al PC. Dopo essere arrivato su Steam, Apple Tv, PlayStation 4 e Xbox One, è ora il turno dell’ammiraglia Nintendo, che vanta un tipo di fruizione più simile al mercato originale del titolo targato Infinite Dreams.
Ma sarà riuscito un titolo dalla forte declinazione anni ottanta a conquistarci appieno?

CHI HA BISOGNO DELLA TRAMA?

Vista la sua natura di shoot ‘em up a scorrimento verticale, Sky Force Anniversary non prova nemmeno a imbastire una qualsivoglia storia dietro le nostre azioni. Nessun cattivo dai piani machiavellici, nessun boss proveniente dal passato del nostro protagonista (che rimarrà sempre senza nome) e nessuna motivazione per salvare dei naufraghi se non la mera ricompensa sotto forma di punti una volta completato il livello. Sia chiaro: questo non è assolutamente da considerarsi un difetto (non stiamo parlando di un titolo Naughty Dog), ma ci è sembrato comunque giusto farvelo notare.
Uno dei tanti, splendidi, artwork di Sky Force Anniversary.
Veniamo a quello che è il fulcro di tutto il gioco Infinite Dreams: il gameplay.
Lo scopo del gioco è quello di attraversare i nove livelli che compongono questa nuova incarnazione di Sky Force, per guadagnare più punti possibile. Ogni livello, infatti, presenta quattro obiettivi da portare a termine (al di là di sopravvivere, ovviamente): portare in salvo tutti i naufraghi, sterminare il 70% e il 100% dei nemici e superare tutta l’area senza subire alcun colpo. Per ognuna di queste missioni che riusciremo a portare a termine ci verrà data una medaglia, fondamentale per sbloccare i livelli successivi e proseguire così nell’avventura. Nel caso, invece, riuscissimo a completare tutte e quattro le richieste, potremo avere accesso alla difficoltà “difficile” di quel livello, con i medesimi obiettivi da portare a termine. La cosa, inoltre, può essere ulteriormente ripetuta per sbloccare anche un’ulteriore difficoltà, ma vi avvertiamo: preparate il calendario con i santi da evocare. Il concetto di “ripetizione” è onnipresente mentre si gioca a Sky Force Anniversary; in quanto è solamente ripetendo i livelli (e sconfiggendo i nemici) che potremo guadagnare le stelle necessarie per sbloccare nuove parti per l’astronave e per potenziare quelle già montate. Questo grinding perenne alla lunga potrebbe risultare fastidioso e ripetitivo, ma è qui che ci viene incontro la natura ibrida di Nintendo Swtich. Fare una rapida partita mentre si è in bagno diventa un simpatico passatempo, ben lontano dal dover avviare il gioco sulla nostra PlayStation 4 e/o Xbox One. La velocità con la quale è possibile affrontare i livelli, infatti, ben si sposa con la portabilità dell’ultima console della grande N, andando ad assottigliare il distacco proveniente dalle origini evidentemente mobile di questo Sky Force. Non lo mettiamo in dubbio: prima o poi vi stancherete comunque di ripetere gli stessi nove livelli (pur con le loro tre difficoltà diverse), ma siamo certi che rimarrete molto tempo con le mani attaccate ai Joycon. Il titolo della software house polacca, infatti, è estremamente divertente, soprattutto per coloro che sono cresciuti a pane e sala giochi. La miriade di colpi presenti in scena e la soddisfazione provata una volta sconfitto il classico boss di fine livello riescono a creare una notevole dipendenza nel giocatore, riuscendo ad infilarsi sottopelle e a trasmettere l’adrenalina anche una volta spenta la propria console.
 

PROIETTILI CHE ESCONO DALLE FO**UTE PARETI!

Da un punto di vista tecnico, Sky Force Anniversary risulta essere un piacere per gli occhi, soprattutto in modalità portatile. I modelli poligonali dei personaggi riescono a convincere, nonostante il mecha design dei velivoli non brilli certo per innovazione. Quello che stupisce, però, è come la grafica riesca a essere sempre pulita e capace di non appesantire lo schermo, che alle difficoltà più alte (ma non solo) saprà riempirsi di proiettili da evitare e di oggetti/punti da recuperare. Di discreto livello anche la colonna sonora, dal forte gusto anni ottanta e assolutamente pertinente con il tipo di produzione proposta. Inutile segnalare come, in un prodotto di questo tipo, sia importante la totale assenza di cali di frame e, infatti, i ragazzi di Infinite Dreams sono riusciti nell’intento di portare sullo schermo di Nintendo Switch un titolo del tutto privo di qualsiasi bug e/o problema tecnico.
INFO UTILI

Ho giocato a Sky Force Anniversary sia in versione mobile che docked, preferendo di gran lunga la prima versione

Durata
  • L'avventura principale può essere portata a termine in circa quattro ore, ma il grinding selvaggio e l'elevato numero di difficoltà differenti riescono a triplicare il monte ore totale.
Struttura
  • Shoot 'em up a scorrimento verticale in pieno stile anni ottanta
  • Boss di fine livello impegnativi, ma capaci di regalare enorme soddisfazione
  • Ogni livello vanta tre diverse difficoltà
  • Per accedere a tutti gli upgrade dei vostri velivoli saranno necessarie ore e ore di grinding
Collezionabili e Extra
  • Le stelle rilasciate dai nemici colpiti fungono da moneta di gioco per l'acquisto di potenziamenti
  • I naufraghi da salvare servono per sbloccare le medaglie, fondamentali per lo sblocco di tutti i livelli dell'avventura
Scheda Gioco
  • Nome gioco: Sky Force Anniversary
  • Data d uscita: 30 Aprile 2015
  • Piattaforme: iOS, Nintendo Switch, PC, PlayStation 4, Xbox One
  • Lingua doppiaggio: Inglese
  • Lingua testi: Italiano
Sky Force Anniversary è riuscito a convincerci proprio grazie alla perfetta combinazione tra la natura ibrida di Nintendo Switch e la chiara origine mobile del titolo targato Infinite Dreams. Ci siamo divertiti molto a giocare all’ultima trasposizione di Sky Force realizzata dal team polacco, soprattutto nei nostri lunghi viaggi in treno, dove il gioco ha saputo intrattenerci con la sua difficoltà sempre crescente. Un buon comparto grafico e sonoro vanno a completare il quadro finale di un titolo che vi consigliamo di recuperare.
Grafica

Sky Force Anniversary appare colorato da vedere, pulito nella resa tecnica dei modelli poligonali e estremamente bilanciato, riuscendo a rimanere sempre comrensibile anche nel corso dei momenti più concitati a schermo. Il mecha design dei velivoli non farà gridare al miracolo, ma risulta comunque essere funzionale al tipo di prodotto.

76
COLONNA SONORA E DOPPIAGGIO

La colonna sonora a si sposa perfettamente con la natura da shoot 'em up di Sky Force Anniversary, portando indietro il giocatore di una ventina d'anni, ai tempi dei cabinati. Certo, alla lunga potreste comunque annoiarvi, ma nulla dura per sempre!

74
GAMEPLAY

Il vero e proprio punto di forza della produzione Infinite Dreams è proprio il gameplay che, grazie a una curva di apprendimento ben calcolata, cresce di difficoltà assieme alla bravura del giocatore. I nove livelli che compongono l'avventura risultano essere ben variegati e, proprio con l'aumento dell'appena citata difficoltà, sanno tenere le mani del giocatore attaccate al controller e gli occhi saldamente incollati allo schermo. In Sky Force Anniversary la morte è dietro l'angolo e anche l'errore più banale può risultare fatale.

82

Lascia un commento