Troppi abbonamenti per videogiocare fanno male?

Editoriale di Tanzen

Con l’arrivo di Uplay+, che si va ad aggiungere ad Xbox Game Pass, Stadio Pro, PlayStation Now e tanti altri, la situazione abbonamenti per videogiocare è piuttosto complessa e frammentata, ancorché confusionaria. Provo a dire la mia sull’argomento: la scelta è sempre benvenuta, ma magari ci saranno impatti negativi sullo sviluppo dei videogiochi.

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

SEGUICI SU:

Twitch, unico canale per le dirette.
ISCRIVITI al canale YouTube.
Facebook, la fan page ufficiale.
Gruppo Facebook, per parlare con tanti appassionati.
Instagram, foto a sfondo videoludico!
Telegram, audio vocali esclusivi e notifiche di ogni articolo.
Discord, musica di videogiochi e sessioni di gioco online assieme.
Twitter, di tutto un po’.
► La community ufficiale su Steam.

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

Logo: Marco Mottura
Animazioni e sigle: Leonardo Alberto Moschetta
Padri Fondatori: Antonio Fucito, Matteo Santicchia, Rosario Salatiello

Ci sono 2 commenti

Jagiox

Rispetto a qualche anno fa ho cambiato radicalmente il modo di approcciarmi ai giochi.
Avendo meno tempo a disposizione preferisco concentrarmi su un titolo, massimo 2, alla volta fino al completamento totale.
Sinceramente ho molta più soddisfazione nel passare centinaia di ore su un titolo che saltando qui e lì senza che mi rimanga nulla.
In fondo anche del periodo infanzia-teen ho un bel ricordo solo dei giochi su cui ho passato tempo, che hanno richiesto un impegno particolare per il completamento.
Per questo motivo per ora trovo poco invitanti gli abbonamenti che ovviamente danno il massimo usufruendo di molti titoli.
Per ora continuerò con l’acquisto singolo mirato, il sistema che più si addice al mio stile di gioco.

    S17S

    Concordo avendo meno tempo a disposizione rispetto a prima e avendo coltivato anche altre passioni preferisco concentrarmi su pochi titoli che mi sembrano interessanti. Questo però non esclude che possa abbonarmi a qualche servizio, che proponga i giochi che mi interessano al lancio. Detto questo finché sono un opzione in più per la fruizione dei giochi non ci trovo niente di male a maggior ragione se sono on/off mensilmente.
    P.s. mi permetto un piccolo sfogo relativo a “noi” utenti ( di videogiochi e di intrattenimento in generale ). Abbiamo atteso a lungo servizi che ci permettessero di fruire di contenuti a nostro piacimento senza legarci ad un abbonamento per anni ( vedasi Sky o Mediaset premium ) o senza un esborso singolo importante ( i 70€ dei videogiochi ). Bene ora che abbiamo questi servizi che possiamo attivare e disattivare a piacimento mensilmente ci lamentiamo che c’è ne sono troppi ( in realtà io non mi lamento ma mi metto comunque in mezzo ). Gli esseri umani sono proprio strani.

Lascia un commento